educazione finanziaria

Per investire serve pazienza

“I mercati finanziari sono uno strumento per trasferire ricchezza dagli impazienti ai pazienti”

(Warren Buffett)

Frasi come queste, alcune volte possono apparire come “slogan” o citazioni fine a se stesse.

Eppure se ci rifletti sono vere.

Penso a tutti quei risparmiatori che in piena crisi dei mercati finanziari a Marzo e Aprile 2020 causata dalla pandemia hanno svenduto in ribasso le loro posizioni di investimenti perché presi dal panico.

Comportamento che ha distrutto valore e ha dimostrato ancora una volta la validità della citazione espressa qui sopra.

Perché gli “impazienti” hanno svenduto ma i “pazienti” e consapevoli hanno comprato a prezzi stracciati e beneficiato del successivo apprezzamento dei prezzi.

Però a ben vedere non è stata soltanto questione di pazienza o impazienza da parte dei risparmiatori. Se si va più in profondità, si notano due fatti:

  1. La forza delle pulsioni e delle emozioni e di come la paura di perdere sia talmente radicata nel cervello umano da generare comportamenti sbagliati e dannosi.
  2. La mancanza di una vera pianificazione degli investimenti sulla base dei propri obiettivi di vita.

Nel primo caso, non si può far nulla per eliminare il timore della perdita perché è innata nella psiche umana, l’unico vaccino è investire sui mercati con una strategia che consenta di sfruttare la volatilità dei mercati (anch’essa ineliminabile). E le strategie ci sono!

Nel secondo caso invece si può fare qualcosa. Iniziare a dare più importanza all’analisi degli obiettivi e alla pianificazione delle tattiche di investimento per conseguirli. Soltanto in questo modo si può reggere l’onda d’urto psicologica causata da una crisi finanziaria. Bisogna passare dalla logica del prodotto alla logica dell’esigenza. Cambiare il paradigma.

Facciamo un’esempio pratico.

Immagina di essere in mare su una barca. Improvvisamente si alza una tempesta, cosa fai se non hai chiara la meta da raggiungere? Semplicemente torni indietro. Se invece sai dove stai andando, e conosci un pò il mare, hai già messo in conto dei momenti di burrasca e non solo sei più preparato, ma sei anche meno tentato dal cambiare rotta e tornare in porto.

In definitiva l’unico sistema per non essere “impaziente” ed evitare di perdere soldi è dedicare più tempo alla pianificazione per obiettivi e investire con strategie e metodi adatti ai propri scopi.

Andrea Simbula il Coach finanziario

Articoli simili

Rispondi